Skip to content

Perchè appena “sgarro” con la Dieta…INGRASSO ???

marzo 4, 2019 - BENESSERE, DIETA, DIMAGRIMENTO

Credo di essermi sentito fare questa domanda, almeno un miliardo di volte?

In realtà non è proprio così che funziona. Prima di tutto è necessario sfatare un mito. Non esiste un canale diretto che collega la nostra bocca con alcune zone del nostro corpo. Quelle dove secondo noi si va sempre ad accumulare il grasso. Il cibo che mangiamo durante un pasto, qualsiasi esso sia, proteine, carboidrati o grassi non viene trasportato direttamente sulla nostra pancia, per rimanere lì fermo e inutilizzato come se fosse una zavorra inutile.

Tutto quello che introduciamo, viene sottoposto ad un lunghissimo e complicatissimo (che non voglio spiegarti oggi) serie di passaggi fisiologici, atti a far si che il nostro corpo sia in grado di utilizzare al meglio quello che introduciamo sotto forma di cibo.

Quindi non è tanto quel singolo pasto, magari un abbondante pranzo in trattoria in compagnia di amici, a determinare il tuo sovrappeso. Altrimenti tutte le persone che hanno una buona condizione fisica, non potrebbero mai uscire di casa per mangiare, e te ne parlo per esperienza personale, non è assolutamente così. Spesso quando esco con gli amici in pizzeria, non mi accontento di mangiarne una, ne mangio sempre due…eppure non sono per niente grasso!

Quello che fa la differenza sono i restanti 20 pasti (supponendo che i pasti principali siano 3, cioè colazione, pranzo e cena). Se il tuo organismo si alimenta in modo corretto per 6 giorni a settimana, non avrà nessun problema a gestire l’ esubero calorico, di un singolo pasto.

Forse adesso ti starai chiedendo…Davide ma come cavolo fai a mangiarti 2 pizze e non ingrassare? Be la risposta è semplice, mi alleno e mi muovo!

La variabile che determina la quantità esatta di calorie e quindi di cibo che puoi introdurre in una giornata, è il tuo fabbisogno calorico. Cioè la somma del tuo metabolismo basale (le calorie che consumi a riposo) più tutte le attività che svolgi durante la giornata. Come lavorare, allenarti, andare a fare la spesa. Insomma tutto quello che ti costringe a muoverti durante il giorno. Quindi più ti muovi e più il tuo corpo avrà bisogno di energia.

Supponiamo che tu abbia un metabolismo basale (cioè le calorie che il tuo corpo consuma a riposo per le funzioni vitali) di 1500 kcal. Per semplificare il concetto, standardizziamo le calorie che bruci con un singolo allenamento. Diciamo 750 Kcal. E supponiamo che tu faccia un lavoro super sedentario, che ti obbliga a stare seduto tutto il giorno. Ogni giorno, per le attività extra consumi solo 250 Kcal.

Nei giorni nei quali ti alleni avrai un fabbisogno calorico di 2500 Kcal.
Mentre nei giorni nei quali non ti alleni avrai un fabbisogno calorico di 1750 Kcal.

Risultato. Se ti alleni tutti i giorni potrai permetterti di introdurre una quantità maggiore di calorie, cioè di cibo. Se al contrario non ti alleni o ti alleni poco, dovrai necessariamente ridurre l’apporto calorico e quindi la quantità di cibo che mangi.

Senza dimenticare che questo processo, più attività fisica e maggior apporto calorico, stimolano e innalzano il tuo metabolismo basale. Tutto questo per te vorrà dire poterti concedere qualche sgarro in più durante la settimana, in quanto il tuo corpo sarà pronto e attivo per bruciare una quantità maggiore di calorie.

Tutto quello che ti ho appena detto, avviene solo ed esclusivamente ad una condizione. Cioè che tu segua una dieta bilanciata nei suoi macronutrienti carboidrati, proteine e grassi…escludendo quindi dalla tua testa il pensiero che mangiandoti un hamburger e un panettone a pasto, non ingrasserai…visto che ti alleni tanto. La qualità del cibo che introduci è fondamentale.

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento, anzi Buon appetito!

Davide Boni.

Related Posts

Tag

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional