Skip to content

Pancia Piatta…senza fare “esercizi” per gli addominali!

maggio 19, 2015 - DIMAGRIMENTO, PANCIA PIATTA

davide boni personal trainer

Dal titolo del mio post di oggi, potresti pensare che ti stia prendendo in giro, ma ti assicuro che non è così! Tendenzialmente, quando l’obiettivo è quello di avere la pancia piatta, la prima cosa che viene istintivo fare è…esercizi per gli addominali!

In assoluto non è sbagliato come approccio. Anche se poi come ti ho già spiegato in altri miei articoli, questa non è certamente la cosa più importante da fare per avere la pancia piatta. Per il discorso che se non elimini il grasso localizzato sugli addominali, puoi metterti anche a fare 1000 mille addominali al giorno ed avere gli addominali più forti ed allenati del mondo, ma non si vedranno mai… Fatta questa precisione, l’argomento di oggi è un’ altro…

Puoi allenare i tuoi addominali in modo molto efficace, facendo esercizi NON specifici per gli addominali. Ma lavorando appunto su altri fattori, come ad esempio la coordinazione, la postura e l’equilibrio, che ti costringo a coinvolgere i muscoli addominali, facendoli lavorare molto intensamente. E permettendoti quindi di allenare contemporaneamente più gruppi muscolari!!! Per capire esattamente come e quando lavorano i tuoi addominali, devi prima di tutto conoscere in quale parte del corpo si trovano i muscoli addominali e dove si inseriscono dal punto di vista muscolare e tendineo.

  • Retto dell’addome : origina dal processo xifoideo dello sterno e termina nei pressi della sinfisi pubica. La sua azione, abbassamento delle coste e flessione della colonna.
  • Trasverso dell’addome : si trova vicino alle visceri, si inserisce sulle costole, la colonna vertebrale, le creste iliache e sulla linea alba (l’aponeurosi tendinea che divide il retto addominale in due parti). Coinvolto principalmente nella compressione dell’addome
  • Piccolo obliquo dell’addome : muscolo superficiale dell’addome. La direzione delle sue fibre è obliqua, dal basso verso l’alto e dall’esterno verso l’interno. Azione di compressione dell’addome, abbassamento delle coste, flessione laterale, rotazione colonna.
  • Grande obliquo dell’addome : muscolo superficiale dell’addome. La direzione delle sue fibre è obliqua, dall’alto verso il basso e dall’esterno verso l’interno. Azione di compressione dell’addome, abbassamento delle coste, flessione laterale, rotazione colonna.

In secondo luogo, devi anche capire quale sia il principio di base che risiede dietro questo metodo di allenamento…parola d’ordine “destabilizzazione” !!! Si perchè ogni qualvolta il tuo corpo riceve un input destabilizzante dall’esterno, come ad esempio : ho appoggiato male il piede, quindi rischio di cadere, invia un segnale di risposta e immediatamente attiva un meccanismo in grado di prevenire o comunque evitare che tu possa cadere, per aiutarti a mantenere l’equilibrio.

Allora anche mentre ti stai allenando e stai facendo un esercizio, ogni qual volta che riesci a ricreare una situazione destabilizzante, costringi il tuo corpo ad attivare dei meccanismi di difesa (equilibrio) che in alcuni esercizi, coinvolgono proprio i tuoi addominali, esattamente core zone. Quella zona del tuo corpo formata da retto addominale – addominali obliqui – trasverso – muscoli paraspinali – quadrato dei lombi – pavimento pelvico. Tutto ciò che costringe il tuo organismo ad attivare il suo sistema “propriocettivo“, stimola anche i tuoi addominali!

Ad esempio con questi esercizi :

Tutto questo per farti capire che quando parliamo di allenamento, non esiste solo un direzione o una via migliore…le strade del corpo umano sono infinite !!! :-)  In questo caso parlando di Pancia Piatta e addominali, volevo dimostrati come all’interno di un allenamento tu possa andare a stimolare i muscoli addominali in modo comunque intenso ed efficace, senza però fare esercizi specifici. Con il vantaggio inoltre di riuscire ad ottimizzare il tempo a disposizione per i tuoi allenamenti, lavorando in modo funzionale e multiarticolare !!!

Se vuoi approfondire l’ argomento o vuoi farmi delle domande, lasciami un commento. Sarò felice di risponderti!!!

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento!

Davide Boni.

Related Posts

Tag

Comments

  1. andrea maggio 19, 2015

    Ciao ho visto tutti i tuoi video e scaricato kit di dimagrimento, pancia piatta in 9 settimene 1/2 e allenarsi con il cardiofrequezimetro..allora premettere che io da quando uso il cardiofrequenzimetro mi trovo troppo bene perchè vado subito al mio obbiettivo di bruciare grasso poi però riguardo agli allenamenti anaerobici uso esclusivamente una banda elastica facendo un allenamento completo facendo a parte degli esercizi per gli addominali senze elastico.. il video si chiama “ALLENAMENTO TOTAL BODY CON ELASTICO” creato da Denis Marchiggiani su you tube http://youtu.be/avBq5I0_1eo

    Ho visto il video “PANCIA PIATTA…SENZA FARE ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI!

    Solo che ora sono un po confuso..qual’è il suo pensiero a riguardo ? Io mi chiamo andrea sono alto 176 per 78 kg ho perso 3kg facendo un giorno di corsa un giorno di allenamento con gli elestici e così fino alla fine della settimana tranne un giorno di pausa e riposo..

    Attendo una sua risposta la trovo una persona molto diretta e onesta in quello che propone alle persone è un grandissimo esempio per molte persone davvero la ringrazio in anticipo :)
    saluti andrea

    • davide maggio 19, 2015

      Ciao Andrea,

      scusami ma non ho capito la tua domanda! A parte farmi vedere questo video, qual è il tuo dubbio?

      Grazie

  2. Roberta Cilento giugno 28, 2017

    Ciao, stavo guardando il tuo video…pancia piatta senza fare esercizi per gli addominali…volevo chiederti se vanno bene anche per chi ha diastasi addominale. Grazie

    • davide giugno 29, 2017

      Ciao Roberta,
      nel caso di diastasi addominale in una fase iniziale ti consiglio di non effettuare gli esercizi classici che stimolano il retto dell’addome o gli addominali obliqui, ma di partire con esercizi che stimolano il muscolo trasverso dell’addome, un muscolo più profondo e molto importante per ristabilire un equilibrio e sulla corretta respirazione (su questi argomenti puoi trovare articoli e video sempre sul mio blog) !!!
      Poi in una fase successiva riprendere con gli esercizi diciamo classici per gli addominali. Per quanto riguarda invece gli esercizi del mio video, in teoria vanno bene in quanto no stimolano in modo diretto gli addominali, ma dipende dal tuo livello di allenamento, cioè dalla tua capacità di controllo degli addominali e della postura durante l’esecuzione di questi esercizi!
      Se hai già svolto la prima fase di ripresa del tono muscolare degli addominali, puoi provare ad effettuare questi esercizi, magari le prime volte effettuando un numero risotto di serie e ripetizioni!
      Grazie e Buon Allenamento
      Davide Boni.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional