Skip to content

I 21 miti sul Dimagrimento! (parte seconda)

ottobre 21, 2013 - ALLENAMENTO, DIETA, DIMAGRIMENTO, KIT DEL DIMAGRIMENTO

davide boni personal trainer

La prima parte del mio post “I 21 miti sul Dimagrimento” ha avuto molto successo! In molti mi avete scritto ringraziandomi e in molti anzi troppi vi siete rivisti in questo elenco di errate convinzioni!

E tu…in quale di questi primi 10 miti ti è già capitato di cadere??? Nessuno…

Allora forse leggendo i prossimi 11 miti troverai il tuo :-) e se così non fosse, ti faccio i miei complimenti !!!

Ecco i prossimi 11 miti da sfatare:

11. LA COSA MIGLIORE PER DIMAGRIRE E’ CORRERE A BASSA INTENSITA’: in effetti il range di frequenza cardiaca ideale per il dimagrimento è compreso tra il 60% – 70% della frequenza cardiaca massima, quindi diciamo una bassa intensità. Ma insistere per troppe settimane o mesi su questo livello di intensità potrebbe diventare controproducente in termini di risultati. I tuoi muscoli hanno memoria e per essere stimolati a migliorare in modo progressivo hanno sempre bisogno di nuovi stimoli. Il lavoro ad intensità (oltre il 70% frequenza cardiaca) induce nelle cellule muscolari la produzione delle UCP (Proteine Disaccopianti) il cui compito è quello di aumentare il consumo energetico sotto forma di calore, svuotando così le cellule di qualsiasi deposito adiposo (grasso) superfluo. Ti consiglio di inserire il lavoro ad alta intensità(come ad esempio cambi di ritmo, allunghi in salita, ecc) solo dopo aver raggiunto un livello d’allenamento tale per cui tu riesca a correre per almeno 45 minuti consecutivi senza pause o fasi ci camminata!

12. PIU’ CHILI PERDO AL MESE E MEGLIO SARA’: partendo dal presupposto che molto dipende dal tuo metabolismo basale, dalla tua conformazione genetica e dal tuo vissuto motorio, però volendo fare un discorso valido per tutti come concetto di base, una dieta bilanciata dovrebbe apportare un deficit calorico di 500-100 kcal al giorno e tieni presente che ogni kg perso non sono 9000 kcal, ma circa 7500 perché oltre al grasso si perde anche acqua. Quindi supponendo un deficit di 500 kcal al giorno, in media al mese si possono perdere dai 2 / 4 kg di massa grassa (a questo poi dovresti aggiungere l’eventuale perdita di acqua). Se il tuo obiettivo è quello di dimagrire, che ti ricordo significa perdere grasso che è ben diverso dalla semplice perdita di peso, devi fare le cose in modo graduale e non avere fretta.

13. IL GRASSO E’ UGUALE PER TUTTI: quello che vedi quando ti guardi allo specchio non è necessariamente “tutto” quello che hai e proprio sotto la tua pancia esiste qualcosa di ancora meno piacevole. Infatti il grasso si presenta sotto diverse forme Grasso Sottocutaneo (per intenderci quello che puoi pinzare con le dita) e Grasso Viscerale (il grasso nascosto). Il Grasso Viscerale si accumula all’interno dell’addome e va a circondare tutti gli organi presenti in quella zona (fegato, pancreas e reni) ed è proprio questo che influenza maggiormente in senso negativo la tua salute. Quindi il fatto che tu abbia perso le maniglie dell’amore non significa che tu stia bene in termini di salute e che il lavoro sia finito. La buona notizia è che una dieta bilanciata ed una attività fisica costante, sono il peggior nemico del grasso viscerale.

14. TUTTA COLPA DEL MIO METABOLISMO LENTO: sicuramente esiste una componente genetica che influenza e determina il raggiungimento dei risultati che potrai ottenere dal punto fisico, ma è anche vero che una volta stabilito questo, basta solo prendere la strada giusta, trovare l’allenamento e il tipo di alimentazione più adatto al tuo fisico e al tuo obiettivo. non cercare delle scuse, perchè da un lato è vero che in base alle tue caratteristiche “genetiche” (Biotipo), sarai più o meno facilitato ad ottenere miglioramenti e risultati, ma questo non ti impedirà di Dimagrire.

15. LE DIETE “DIMAGRANTI” SONO TUTTE UGUALI: dieta significa seguire una corretta alimentazione, cioè avere una dieta giornaliera bilanciata tra proteine, carboidrati e grassi, distribuiti nel modo corretto durante i pasti della giornata. Una dieta per essere definita tale deve prendere in considerazione il tuo obiettivo, il tuo metabolismo basale, il tipo di attività fisica che fai (metabolismo d’ attività) ed il tuo vissuto motorio ed il tuo stile di vita (ad esempio il lavoro che fai). Tutti fattori estremamente soggettivi che cambiano da soggetto a soggetto e che rendono ogni dieta unica. Quindi se decidi di seguire una dieta, non fare quella di tuo marito o della collega di lavoro, fatti seguire da un professionista.

16. MEGLIO NON MAGIARE TRA UN PASTO E L’ALTRO: al contrario fare gli spuntini, cioè mangiare a metà mattina e metà pomeriggio (circa 2/3 ore dopo i pasti) tiene attivo il tuo metabolismo, anzi accelera il tuo metabolismo e ti permette quindi di consumare più calorie durante la giornata! Invece, quando ci si mette a dieta si tende ad evitare di fare uno spuntino perché si pensa possa aumentare le calorie giornaliere introdotte e quindi portare ad un aumento di peso. Niente di più sbagliato. In questo modo, arriverai all’ ora di cena o pranzo più affamato, con il risultato di “abbuffarti”, mangiando molto di più.

17. IL DIMAGRIMENTO LOCALIZZATO:  il Dimagrimento Localizzato esiste, ma non devi farti troppe illusioni. se fai 30 minuti di tappeto e poi gli addominali, non perderai grasso solo nella pancia oppure se fai 30 minuti di step e poi esercizi per i glutei, non perderai grasso solo nella zona glutei e fianchi. Questo accade perchè il tuo organismo purtroppo o per fortuna, non ragiona come la tua testa, cioè non va ”togliere” il grasso solo nella zona che interessa a te, ma inizialmente lo farà in modo generico ed equilibrato, sempre per preservare lo stato di benessere. Poi in una seconda fase, passate le prime settimane o mesi ( a seconda della quantità di grasso che dovrai perdere ) inizierà ad eliminare il grasso nelle zone specifiche…quelle che interessano a te.

18. FARE TANTI ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI MI AIUTA A DIMAGRIRE: ti puoi mettere a fare anche 1000 esercizi per gli addominali al giorno, ma se sopra ti rimane lo strato di grasso, non ti andrà mai via la pancia, non si vedranno mai gli addominali e come diciamo noi “tecnici” avrai sempre l’addome “appannato” o come piace dire a me la “tartaruga rovesciata”. Piuttosto sono due gli aspetti sui quali ti dovrai concentrare maggiormente attività aerobica mirata lavorando sempre in un range di frequenza cardiaca ben preciso (65% – 75%) e Dieta personalizzata.

19. DIMAGRIRE E’ SOLO QUESTIONE DI OBIETTIVI: qualsiasi sia il tuo obiettivo, è giusto che tu ponga un obiettivo temporale, magari estetico come ad esempio avere la pancia piatta o dimagrire, ma poi cerca di andare oltre.Cerca di portare avanti quello che sati facendo. Trova il piacere di allenarti, quello che oggi per te è un impegno, un sacrificio, deve diventare il tuo stile di vita. Quando allenarti e mangiare in corretto faranno parte della tua vita…allora si che avrai raggiunto il tuo vero obiettivo.

20. LA RIPETIZIONE E’ LA STRADA MIGLIORE PER DIMAGRIRE: hai trovato la strada giusta, ti stai allenando con costanza ed hai ottenuto ottimi risultati. Perché cambiare? Perché i tuoi muscoli hanno memoria, cioè hanno la capacità di adattarsi ad un stimolo, ad un allenamento, ad un esercizio, rischiando così di incappare in un “punto morto” interrompendo il tuo dimagrimento. Per ottenere nuovi risultati invece devi dare un nuovo stimolo al tuo organismo e ai tuoi muscoli costringendoli così a lavorare e migliorare ulteriormente.

21. DIMMELO TU !!!!! Lascio a te l’ultima parola…magari conosci un modo per Dimagrire del quale io non sono a conoscenza!

Se anche solo una persona dopo aver letto I miei post, avrà capito di aver sbagliato e cercherà di mettere in pratica i miei consigli…allora avrò raggiunto il mio obiettivo! Spero che sia tu quella persona…

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento!

Davide Boni.

P.S.: se desideri veramente dimagrire in modo definitivo, ma non sai da che parte iniziare, dai un occhio al mio Programma Multimediale :

KIT DEL DIMAGRIMENTO

Related Posts

Tag

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional