Skip to content

Dimagrimento: meglio allungare gli allenamenti o aumentare l’intensita’?

luglio 16, 2012 - ALLENAMENTO, DIMAGRIMENTO, PANCIA PIATTA

Ciao Davide, da qualche mese seguo e leggo gli articoli che pubblichi nel tuo blog e ho deciso di contattarti per chiederti un consiglio…il mio obiettivo è quello di dimagrire, ho già perso 7 kg in 3 mesi circa e voglio arrivare a perdere 20 kg. Mi alleno 3 volte a settimana, adesso corro e cammino per 30 minuti e faccio alcuni esercizi per braccia, gambe e addominali quando arrivo a casa (tempo totale allenamento 45 minuti), la mia domanda è :

Per aumentare il dimagrimento è meglio che allunghi i miei allenamenti, cioè che corra o cammini per più tempo oppure mi consigli di aumentare l’intensità dei miei allenamenti? Grazie. Simone F.

La mia Risposta:

Ciao Simone, visto il tuo obiettivo la tua domanda è assolutamente azzeccata, anche perché in questo senso su questo argomento se ne sentono di tutti i colori, quindi cercherò di chiarirti le idee e darti una mano a raggiungere il tuo obiettivo di dimagrire.

Quando si chiede quale sia la modalità migliore per dimagrire, solitamente la risposta è sempre la stessa…lavora a basse intensità (60% – 70% frequenza cardiaca) per un tempo medio-lungo (almeno sopra i 45 minuti) ed in effetti in parte è vero, infatti il consumo di grassi aumenta (rispetto a quello degli zuccheri) man mano che la velocità / intensità diminuisce.

Tuttavia, esiste un’altra teoria che spiega come il dimagrimento sia ancor più stimolato da lavori, cioè allenamenti, di alta intensità…diciamo un po’ l’opposto di quello che ti ho spiegato prima. Un lavoro di Noland del 2003 pubblicato sulla rivista Metabolism, dimostra come il lavoro ad intensità (oltre il 70% frequenza cardiaca) induce nelle cellule muscolari la produzione delle UCP (Proteine Disaccopianti) il cui compito è quello di aumentare il consumo energetico sotto forma di calore, svuotando così le cellule di qualsiasi deposito adiposo (grasso) superfluo, specificando che parliamo di un lavoro ad alta intensità prolungato nel tempo  e non dunque un lavoro breve ed intenso (tipo quello che ottieni con le macchine in palestra).

Magari adesso ti starai, ma allora qual è il modo migliore per dimagrire e stimolare il consumo del grasso in eccesso???

Entrambi i metodi, infatti la cosa migliore da fare è mettere insieme queste due metodiche di allenamento, alternandole tra di loro all’interno dei tuoi allenamenti!

Sicuramente da un lato la soluzione di lavorare a bassa intensità è ideale per chi ha appena iniziato ad allenarsi  e deve perdere molto, perché non avendo resistenza (fiato) non può lavorare ad alte intensità.

Poi in una seconda fase, una volta create le basi (il così detto fondo) allora si può iniziare ad inserire lavori ad intensità maggiore, ovviamente in modo graduale e comunque ben distribuito negli allenamenti settimanali.

Nel tuo caso specifico, diciamo che sei più verso la prima fase, quindi ti consiglio di inserire il lavoro ad alta intensità(come ad esempio cambi di ritmo, allunghi in salita, ecc) solo dopo aver raggiunto un livello d’allenamento tale per cui tu riesca a correre per almeno 45 minuti consecutivi senza pause o fasi ci camminata!

Spero di aver risposto alla tua domanda e in bocca al lupo…continua così!

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento!

Davide Boni.

P.s : se anche tu come Simone hai una domanda da farmi o un argomento da suggerirmi come “soggetto” del mio prossimo articolo, puoi scrivermi attraverso la sezione “contatti” del mio sito…sarò felice di risponderti!

http://www.iltuoallenamento.it/contatti/

 

 

Related Posts

Tag

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional