Skip to content

Cosa succede al tuo CORPO quando NON ti alleni?

febbraio 4, 2019 - ALLENAMENTO, BENESSERE

Sei davvero sicuro di voler sapere cosa succede al tuo corpo quando non ti alleni?

Ok allora ascolta bene quello che sto per dirti… Obesità. Mal di schiena (lombalgia, sciatalgia). Rigidità muscolare. Gravi problematiche di salute (diabete, ipertensione, cardiopatie) ridotta mobilità articolare, depressione, incremento del colesterolo cattivo, mancanza di tono muscolare, tendiniti, rilassatezza legamentosa, ridotta capacità respiratoria…

E potrei andare avanti per 10 minuti con questo elenco degli orrori, ma direi che il messaggio ti è arrivato forte e chiaro.

I comfort, i mezzi di trasporto, le tipologie di lavoro e la tecnologia in generale sta cambiando inevitabilmente la nostra vita. Quello che molti anni fa era necessario e soprattutto  funzionale per la nostra salute, cioè muoversi, oggi non lo è più o comunque lo è sempre meno!

Siamo nel 2019, sicuramente le cose sono cambiate rispetto alla preistoria. Per procurarci il cibo non serve più andare a caccia, basta ordinare la spesa con un click su internet. Se abbiamo la necessità di spostarci da un luogo all’altro, ad esempio per andare al lavoro, non dobbiamo per forza farlo usando le nostre gambe, basta prendere la macchina o un qualsiasi mezzo di trasporto. E una volta arrivati al lavoro, rimaniamo seduti lì per quasi tutta la giornata.

Ma anche se i tempi sono cambiati, il nostro corpo è rimasto comunque settato sull’era preistorica. E’ fatto per muoversi. Ogni singola parte del nostro corpo, ha un unico scopo, produrre energia e movimento!

Il nostro apparato digerente lavora per trasformare il cibo che introduciamo durante la giornata, in energia da inviare a tutti gli altri organi. Il sistema cardiovascolare lavora 24 ore su 24, per mantenere acceso a attivo il nostro organismo. I nostri muscoli ricevono energia, con l’obiettivo di trasformare tutto questo in movimento.

Così come è vero che il nostro corpo ha la capacità di rispondere agli stimoli al quale lo sottoponiamo, è anche vero il contrario e infatti il nostro corpo sta diventando campione mondiale di sedentarietà. Meno viene sottoposto a stimoli esterni, più riduce le sue funzioni, adattandosi perfettamente alla condizione di immobilità.

Muoversi non dovrebbe essere una libera scelta, ma un gesto naturale, da ripetere quotidianamente. Giorno dopo giorno, per il resto della nostra vita. L’evoluzione, in questi casi non è molto di aiuto. Come ti dicevo le occasioni per evitare di muoversi, sono davvero tante.  

Ma siccome c’è una soluzione per tutto, ti basterà mettere in pratica questi semplici consigli:

Consiglio numero uno. Inserisci in modo sistematico nella tua giornata dei break  di movimento. Segnali come appuntamenti sull agenda del tuo telefono, in modo che la suoneria di avverta quando è arrivato il momento di alzarti e muoverti. Anche se ti alleni tutti i giorni. Perché quel singolo allenamento spesso non è sufficiente a contrastare il danno derivante dallo star seduti otto o dieci ore al giorno.

Bastano anche pochi minuti. Fare qualche piano di scale. Delle semplici circonduzioni delle braccia, così come una banale camminata a passo svelto. L’importante è fornire al proprio corpo uno stimolo, per attivare tutto il tuo organismo nella direzione giusta, quella del movimento e non la sedentarietà.

Consiglio numero due. Calcola quante ore passi seduto al lavoro, in macchina, sul divano o coricato a letto in una tua giornata. E cerca in modo graduale, di invertire la rotta. Meno ore di inattività e più ore di attività. Passa più ore in movimento e poniti un obiettivo giornaliero di passi o di ore in movimento nell’arco delle 24 ore. Esistono molte app che puoi scaricare sul tuo cellulare (quello è sempre con te) per monitorare la tua attività giornaliera. Quindi spazio alla fantasia. Quando rispondi al telefono, alzati e parla camminando. Anziché prendere l’ascensore, fai le scale. Parcheggia la macchina a qualche km di distanza dal luogo di lavoro. Quando vai a fare la spesa, non prendere la strada più breve, ma passa attraverso più corsie del supermercato per arrivare al punto che ti interessa. Insomma hai davvero infinite possibilità per muoverti.

Consiglio numero tre. Cambia il tuo stile. Esci dal concetto attività fisica uguale risultato estetico. Meno pancia. Meno chili sulla bilancia. Più muscoli o miglior prestazione atletica. Muoverti deve far parte della tua. Così come ti lavi i denti, ti fai la doccia e ti nutri tutti i giorni. Lo stesso vale il movimento. E’ questione prima di tutto di salute. Ricorda che il corpo umano, quindi anche il tuo è fatto per produrre energia e muoversi. Smettila di raccontarti palle, del tipo non ho tempo o non sono portato. Hai esattamente le stesse ore di tempo a disposizione di una qualsiasi altra persona ed avete anche le medesime capacità motorie di base. Dipende solo te. Quindi non aspettare. Inizia subito.

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento!

Davide Boni.

 

Related Posts

Tag

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional