Skip to content

Attento ai buoni “propositi” per il 2015!

gennaio 12, 2015 - ALLENAMENTO, BENESSERE, DIETA, DIMAGRIMENTO, GLUTEI SODI, PANCIA PIATTA, TONIFICAZIONE

Le bugie hanno le gambe corte, mi diceva sempre mia nonna quando ero piccolo. Anche se ai tempi, visto che ero un fan di David Gnomo, me lo immaginavo così l’uomo delle bugie dalle gambe corte ! :-)

Però a parte gli scherzi, l’inizio dell’anno solitamente è la fase nella quale si cerca di pianificare il nuovo anno. Ci si danno degli obiettivi e si pianificano i buoni propositi, con l’intento e tanta voglia di raggiungerli! Ed anche quello che riguarda la nostra salute, il nostro benessere fisico rientra quasi certamente nell’elenco dei buoni propositi per l’anno che verrà!

Tipo : perdere peso, iniziare a correre, sentirmi meglio, dedicare almeno 2 ore a settimana all’attività fisica, iscrivermi in palestra, imparare a nuotare, mettermi a dieta ecc…

Potrei andare avanti all’infinito, ma come vedi sono tutti buoni, anzi ottimi propositi, ma il problema poi è mantenerli…

All’inizio è tutto facile. Diciamo meno complicato. Appena parti sei carico e motivato. Poi però bisogna fare i conti con realtà che a volte si interpone fra te il tuo obiettivo! Mi vengono in mente, gli impegni del lavoro, la famiglia, la fidanzata, la mancanza di tempo, le avverse condizioni climatiche, gli infortuni e per ultimo, ma non per importanza…la mancanza di risultati nonostante l’impegno ed i sacrifici!

Il problema secondo me è proprio questo, ovvero i “buoni propositi“ che ti poni, che spesso rimangono solo tali e non si trasformano mai o quasi mai in qualcosa di concreto e reale perchè sono sbagliati. Ma non in senso assoluto, ma diciamo che non sono adeguati al tuo stile di vita ed alla tua persona.

Se fai un lavoro da anni che ti obbliga a lavorare sino a tardi o che non ti da la possibilità di avere appuntamenti fissi, è inutile che ti iscrivi in palestra per iniziare con il tuo corso di aerobica preferito. Perchè dopo un paio di volte che sarai impossibilitato ad andare causa lavoro, prima ti infastidisci, poi di incavoli e alla fine molli.

Se non hai mai fatto attività fisica in vita tua, oppure se l’unico sport che hai praticato negli ultimi anni è stato quello di cambiare canale con il telecomando della tv, non è una cosa molto intelligente iscriverti ad un corso avanzato di Total body o Crossfit. Sono entrambe ottime attività, ma forse in questa fase della tua non fanno al caso tuo. Molto probabilmente dopo la prima lezione avrai dolori in parti del corpo del corpo che non sapevi nemmeno di avere e non riuscire a portare a termine l’allenamento durante la lezione, non è certamente molto motivante.

Devi essere sincero con te stesso, fin dall’inizio. Secondo il mio parere, ancora prima di porti un obiettivo, devi fare i conti con te stesso, con il tuo stile di vita, con il tuo vissuto motorio e con la tua capacità di sopportare la fatica.

  • Datti un obiettivo, ma che sia fattibile per il tuo stile di vita. Qualcosa di concreto e misurabile nel tempo. E’ fondamentale che tu sia consapevole del punto esatto dal quale parti (il tuo livello di allenamento e vissuto motorio) ed il punto preciso nel quale vuoi arrivare (perdere 10 kg), dandoti una tempistica ben precisa (5 mesi). Una volta stabilito questo, suddividi il tuo obiettivo in micro-obiettivi e trasforma questi in azioni concrete, misurabili nel tempo.
  • Devi tenerti monitorato, cioè devi controllare i miglioramenti che ottieni, perché ti saranno di stimolo per andare avanti e ti permetteranno di modificare il percorso nel caso ce ne fosse bisogno. Cioè nel caso tu non ottenga risultati. A tal proposito ti consiglio di creati una sorta di Diario di allenamento dove segnarti il tuo obiettivo, la tua situazione di partenza (peso attuale, frequenza cardiaca, minuti di corsa) in base al tuo obiettivo, quante volte ti sei allenato durante la settimana, con quale intensità ti sei allenato (in una scala da 1 a 10, oggi sei soddisfatto del tuo allenamento?), le sensazioni che avuto mentre ti allenavi, i miglioramenti che hai ottenuto (peso, minuti di corsa, kg nel fare lo squat), la durata del tuo allenamento, quello che vorrai fare il prossimo allenamento e magari nelle prossime settimane e mesi, le cose che ti eri prefisso di fare e invece non sei riuscito a portare a termine (cosa potrebbe aiutarti per evitare che ciò accada nuovamente)!
  • Segna i tuoi allenamenti sulla tua agenda, come se fossero un’ appuntamento di lavoro, altrimenti ogni scusa sarà buona per rimandare al giorno dopo e il rischio di rimandare all’infinito è altissimo!
  • Trova qualcosa che, soprattutto all’inizio, ti sia di stimolo, uno sport che ti piace, oppure un amico con cui condividere gli allenamenti, insomma qualcosa che ti sproni nei momenti difficili a non mollare ed andare avanti!
  • Fai le cose in modo graduale, non puoi pretendere di guidare una formula uno, se prima guidavi una panda a metano, rischi di farti male. Di sentirti a disagio e non in grado di raggiungere l’obiettivo che ti seri prefissato! Prendi sempre in considerazione il tuo vissuto motorio e ricordati che il tuo corpo e i tuoi muscoli, non sempre rispondo come verremmo agli stimoli che gli diamo. A volte hanno bisogno di più tempo di quello che ti pensi nella tua testa, ma alla fine devi sempre ascoltare il tuo corpo!
  • Concediti dei “premi”, non muore nessuno se per una volta salti un allenamento, non succede nulla se ogni tanto a tavola mangi quello che ti va…è il bello di essere costanti. Potersi concedere qualcosa ogni tanto. Ma soprattutto vivi tutto questo in modo sereno, qualsiasi sia il tuo obiettivo. Deve essere un piacere, non un dovere!

Se vuoi approfondire l’ argomento o vuoi farmi delle domande, lasciami un commento. Sarò felice di risponderti!!!

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento!

Davide Boni.

 

Related Posts

Tag

Comments

  1. giorgio gennaio 12, 2015

    Leggo sempre i tuoi argomenti e vorrei ringraziarti per i stimolo che dai ma è da troppo tempo che non faccio più niente e ho perso interesse forse x non ho visto un progresso comunque grazie

    • davide gennaio 12, 2015

      Ciao Giorgio,

      come dici forse il fatto di non aver ottenuto risultati non ti è stato di stimolo, ma permettimi di dirti che non ho un buon motivo per interrompere l’attività fisica!

      Forse dovresti rivedere i tuoi obiettivi, ripartire ed iniziare ad allenarti in modo diverso…magari facendo qualcosa che non hai fatto prima!

      Dai vai avanti…

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional