Skip to content

Allenamento efficace: corretta postura e tecnica !!!

marzo 26, 2018 - ALLENAMENTO, DIMAGRIMENTO, TONIFICAZIONE

Spesso quando pubblico un video sul mio canale YouTube nel quale mostro come eseguire un determinato esercizio, uno dei commenti che va per la maggiore è il seguente :

“Davide con quanto peso è meglio che faccia questo esercizio?”

Una risposta esatta non c’è, perché è proprio la domanda ad essere sbagliata. I primi due fattori da prendere in considerazione sono :

1) Il tuo livello di allenamento

2) Il tuo obiettivo

Ma sappi che questi fattori entrano in gioco solo in un secondo momento, perché il primo fattore che tu devi prendere in considerazione è la corretta postura. Questo è quello che incide in modo davvero importante in termini di risultati, sull’efficacia o meno di un qualsiasi esercizio!

Lo stesso esercizio, fatto in modo corretto ti porterà determinati risultati. Se fatto invece in modo scorretto, non solo non ti porterà i risultati che desideri, ma può essere anche dannoso. Se decidi di fare un determinato esercizio, prendiamo ad esempio l’affondo, è perché il tuo obiettivo è quello di stimolare al massimo i muscoli dei glutei e delle gambe.

 

GLUTEI SODIPUNTI DI ATTENZIONE : fondamentale mantenere sempre la linea teorica che scende dal ginocchio verso la il piede. (vedi figura linea A).

Non oltrepassare mai con il ginocchio, la linea teorica della punta del piede (vedi figura linea B).

Entrambe le ginocchia sono flesse a 90°, non solo quello della gamba in avanti, ma anche il ginocchio della gamba dietro. (vedi figura linea C).

Inoltre è importante cercare di mantenere sempre il busto in posizione eretta (schiena dritta) per evitare di inarcare e sovraccaricare la schiena.

SE NON MANTIENI INVECE UNA CORRETTA POSTURA:

  • Portando ad esempio il ginocchio più avanti della linea teorica del piede, sovraccarichi il tendine rotuleo, rischiando così di farti male.
  • Se scendi bene con il corpo verso il basso, piegando entrambe le ginocchia a 90°, riduci notevolmente lo sforzo e quindi lo stimolo muscolare, soprattutto a livello dei glutei.
  • Se inarchi la schiena, oltre a sovraccaricare la colonna vertebrale, non sarai in grado di isolare il lavoro su glutei e cosce.

Capisci bene che il peso, nel momento in cui manca la corretta postura ed esecuzione dell’esercizio, non conta proprio nulla. Puoi metterti a fare gli affondi con un bilanciare da 100 kg sulle spalle, ma se fai il movimento sbagliato, non sarai mai in grado di far lavorare al meglio e in modo specifico i muscoli che ti interessa stimolare. Molto meglio quindi, fare l’esercizio con poco carico, ma in modo corretto. Così riuscirai ad isolare il lavoro sui muscoli che davvero ti interessa allenare ed ottenere i risultati che desideri.

Solo in questa fase entrano in gioco i due fattori che dicevo prima, cioè livello di allenamento ed obiettivo. Adesso che sei in grado di eseguire l’esercizio in modo corretto, allora ti potrai divertire nel rendere l’esercizio ancora più stimolante. Incrementando ad esempio il peso o il numero di ripetizioni, in base al tuo obiettivo.

Quello dell’affondo è solo un esempio che ho voluto farti, prendendo in considerazione un esercizio che tutti quanti conosciamo, ma questa regola vale in qualsiasi caso. Per qualsiasi esercizio. Per qualsiasi gruppo muscolare e per qualsiasi obiettivo tu voglia raggiungere!

E’ completamente inutile fare sforzi disumani per sollevare più peso, se alla base non ci sono corretta postura ed esecuzione del movimento. Fai le cose in modo graduale. Prima di tutto impara a fare l’esercizio a corpo libero. Poi in modo graduale e progressivo andrai ad incrementare il carico esterno per fornire nuovi stimoli ai tuoi muscoli!

COSA FARE:

1) Se ti alleni in palestra, fatti seguire da un professionista (Personal Trainer o istruttore di sala) che ad ogni cambio scheda, quindi ogni volta che andrai a cambiare gli esercizi, ti mostri esattamente come eseguire dal punto di vista tecnico e posturale gli esercizi.

2) Se ti alleni a casa, fatti seguire a distanza da un personal trainer, che ti fornisca una scheda in formato video per mostrati in che modo eseguire gli esercizi oppure se decidi di fare tutto da solo, documentati su internet o acquistando dei libri che trattino l’argomento postura e tecnica di allenamento.

3) Ogni qual volta ti alleni, che sia a casa o in palestra, cerca di svolgere gli esercizi di fronte ad uno specchio, in modo da poterti vedere mentre svolgi gli esercizi per correggere in corso d’opera ogni movimento ed errore.

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento!

Davide Boni.

Related Posts

Tag

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional