Skip to content

Allenamento a digiuno…SI o NO?

gennaio 22, 2018 - ALLENAMENTO, BENESSERE, DIETA, DIMAGRIMENTO

Sono molte le persone che per necessità di tempo o più semplicemente per piacere, preferiscono allenarsi la mattina presto appena svegli, ma…

Meglio allenarsi a digiuno o dopo colazione? Fa bene allenarsi a digiuno ed in quali casi l’allenamento a digiuno è utile ???

VANTAGGI

Sicuramente allenarsi la mattina ha i suoi vantaggi. Il primo è quello di riuscire ad ottimizzare i tempi della giornata, risparmiando così tempo. Nel senso che allenandoti la mattina, prima di andare a lavorare ed iniziare la giornata, non rischi di rimandare i tuoi allenamenti causa imprevisti di fine giornata!

Poi l’altro aspetto positivo, è che l’allenamento come sai induce la produzione di ormoni (adrenalina e noradrenalina) che ti portano poi ad avere una maggiore carica ed energia durante la giornata e quindi una maggior condizione di benessere!

Quindi, se prendiamo in considerazione questi due fattori, allenarsi la mattina è molto positivo, ma devi fare attenzione !!!

Devi sapere che le prime ore della giornata, cioè la mattina, sono quelle durante le quali il tuo livello di glicemia (zuccheri in circolo) è più basso. Questo perché quello che hai mangiato a cena ti servirà per “sopravvivere” nelle ore successive e visto che di solito passano più di 8/10 ore tra la cena e la colazione, ecco che non più a disposizione zuccheri a sufficienza.

Questo in termini di allenamento, significa solo una cosa. Cioè che non puoi effettuare o almeno è sconsigliato, allenamenti ad alta intensità, come ad esempio un circuito di tonificazione, un interval training o un allenamento di corsa con cambi di ritmo. Perché il rischio è che, non avendo abbastanza benzina in corpo (zuccheri) tu non riesca a portare a termine l’allenamento o comunque a farlo con la giusta intensità, rendendo quindi i tuoi sforzi meno redditizi in termini di risultati!

Di conseguenza, gli allenamenti che puoi fare a digiuno la mattina presto, sono allenamenti cardiovascolari a bassa intensità, come per esempio una corsa lenta o una camminata (in relazione al proprio livello di allenamento) con un frequenza cardiaca media compresa tra il 60 e il 70% della riserva di massima frequenza cardiaca teorica. Oppure potresti a dedicarti ad allenamenti che non richiedono uno sforzo muscolare levato, come lo stretching o alcuni esercizi di mobilità articolare, così non da non richiedere un impegno energetico elevato al tuo organismo!

Questa strategia dell’allenamento a digiuno, potrebbe esserti utile nel caso in cui tu abbia come obiettivo quello di perdere peso e dimagrire, in quanto in assenza di zuccheri si metabolizzano prima i grassi di deposito. Oppure anche nel caso in cui tu abbia la necessità, ad esempio gare di endurance di lunga durata, di abituare il tuo organismo ed i tuoi muscoli a lavorare in condizioni diciamo di stress, cioè con scarse riserve energetiche!

Se invece, alla mattina appena sveglio, desideri fare un allenamento ad alta intensità allora ti consiglio introdurre alimenti a base di carboidrati semplici ad alto indice glicemico come ad esempio la marmellata o un succo di frutto e poi una volta terminato il tuo allenamento, una colazione a base di carboidrati più complessi con l’aggiunta di qualche fonte proteica, come ad esempio yogurt greco, latte, pane integrale, muesli, ecc…

Ci sentiamo presto e Buon Allenamento!

Davide Boni.

Related Posts

Tag

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

Required

Required

Optional